Blog: http://candyfloss.ilcannocchiale.it

Ultimissimo di una lunga lunga lista che non si concluderà nonostante affermazioni che dichiarino il contrario.

Allora, siccome in questo angolo virtuale non c'è più nessuno vado tranquilla scrivendo quello che mi pare.
Negli ultimi mesi sono successe tante cose:

-Non parlo con la mia migliore amica da circa tre mesi. A parer mio lei sta sprofondando in quella comunemente chiamata "merda". Ma io comincio a preferire la parola melma. Rende più l'idea.
Non ci parliamo perché lei preferisce un ragazzo a me. Ah, bella migliore amica penserete. Si, è vero.
Oggi ho scoperto che era in bagno a piangere e io sono corsa in bagno per consolarla. Lei non c'era.
Ma quando ero in bagno mi sono chiesta che cazzo stessi facendo. Cioè tu ce l'hai con me quando dovrei essere io ad avercela con te, e io ti vengo a cercare per consolarti?
Sarà perché io ci tengo a te e alla tua felicità. Forse.
[Siederò a guardare la tua vita. Nella attesa di poterti perdonare.]


-Ho scoperto i miei sentimenti.  Finalmente. Si. Sono persa di una persona che non ricambia. O almeno non per ora. Io posso scegliere di tirare la corda sperando in un ricambio, se ciò non dovesse accadere non me ne andrò. Non mi imporrò nulla. Tutto sfumerà col tempo quando sarò pronta e quando sarà ora. Ma ancora niente è iniziato e niente è ancora concluso. Amen.

-Ho conosciuto persone nuove. Nuove non solo nel senso che prima non erano mie amiche/amici, persone nuove nel senso che hanno un modo di fare, pensare, agire diverso da ciò a cui ero abituata. E il che mi ha fatta crescere.

-Vado bene in latino. Mica roba da poco. u___u

-Luca è un gay.

-Patentinata

-Sono tornata da amici che ormai avevo abbandonato da tempo. mi mancavate <3

-L'ele ora si chiama Peti. E finalmente sta facendo progressi con l'uomo dei suoi sogni. Che fu l'uomo dei miei sogni. Che è l'uomo dei sogni di una che fu mia grandissima amica. E io sono solo felice. Forse più di lei.

-Quando mi guarda [chi? sono cazzi miei] mi si blocca il cuore, il sangue, non mi muovo più. Non respiro, non mi ricordo chi sono ma divento euforica neanche fossi stata a Gardaland fino a cinque minuti prima.

-Sono cresciuta. Sono cambiata. Sono una persona diversa. Forse migliore o solo in vena di mutamenti. Fatto rimane che non sono più quella che conoscevate. No. E ho cambiato qualcosa di me, tante cose di me. Perché? Perché il male che avevo dentro mi ha svegliata. C'è chi dice che l'amore ti umilia e l'odio ti cura. Per me no. L'amore non umilia, l'odio uccide.
Che sia stata l'esperienza di una nuova scuola, di un nuovo ambiente, di nuove compagnie, nulla sarebbe accaduto senza le persone che mi hanno fatto crescere. Che mi hanno dato la possibilità di far parte di loro. Mi hanno mosso dalla mia fermezza.
C'è chi pensa che la gente sia in continuo mutamento, chi crede che saremo sempre quello che eravamo. Se mi riguardo indietro posso affermare con certezza che finalmente sono quello che sognavo di essere. O quasi.

Eh già.


Non so.. ogni tanto rileggo indietro post che ho fatto.
Cazzo ma qui ci sono pezzi della mia vita. Pezzi di me.
Pezzi di una vita che non mi appartiene più ormai.
Pezzi di ricordi.
Frammenti.

Frammenti che faranno sempre parte di me.
 
A proposito, io non aggiornerò più.
Un abbraccio cari miei.
Erika T. Poulain.

Pubblicato il 16/5/2008 alle 20.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web